"Essere e... saper fare"

Accompagnement-de-la-fin-de-vie_news_top_imageQuesto corso segue "Comprendere la morte, Accompagnare la vita" e si rivolge indistintamente ai professionisti operanti in ambito socio sanitario che alle persone totalmente "a digiuno" degli argomenti che vi sono trattati.

Giorno 1 - 20.00/22.00
I bisogni primari

- in stato di salute;
- nella malattia;
- dei malati terminali.
Le alterazioni delle percezioni sensoriali

- la realtà percepita in modo diverso;
- ruolo di chi accompagna nella comprensione e nella conoscenza delle alterazioni sensoriali.

Giorno 2 - 09.00/13.00 - 14.00/18.00
Le problematiche legate allo stato di salute del malato
- i problemi delle lunghe degenze;
- saper osservare e saper ascoltare;
- l'igiene quotidiana ed il confort di vita;
- illustrazione delle procedure terapeutiche, personalizzate al bisogno del malato;
- esercitazioni pratiche.
La sofferenza evitabile; le ulcere da decubito
- definizione;
- come e dove si formano;
- identificare i soggetti a rischio;
- l'osservazione e la comunicazione;
- igiene: ispezione e cura della cute integra.
L'alimentazione del malato grave in fin di vita
- la dieta medica e le ultime esigenze alimentare del malato;
- valutazione del rischio di malnutrizione;
- il ruolo dell'alimentazione sul dolore del malato.
Misure preventive per l'accompagnatore
- accompagnare in struttura;
- accompagnare a domicilio;
- proteggere il malato;
- le malattie virali.
La mobilizzazione
- il ruolo della famiglia, quando presente;
- l'importanza del contatto fisico;
- come ridistribuire il peso corporeo;
- ausili;
- esercitazioni pratiche.
 
 
 
n.b.: è richiesta la partecipazione alla totalità delle 18 ore che compongono il suddetto modulo.
 

MODALITA' DI SVOLGIMENTO
Utilizzando una modalità interattiva ed al fine di permettere ad ognuno di trarne il massimo beneficio, questo seminario viene effettuato con non più di otto partecipanti.
Questo seminario si svolge su un totale di 10 ore, modulabili secondo le esigenze dei partecipanti.

Questo percorso formativo deriva dalla pratica di formazioni in campo sanitario, educativo, sociale e terapeutico, e dalla ricerca applicata a singoli e a gruppi con particolare riferimento all'educazione degli individui al rispetto della vita fino alla morte.