Presentazione

Presentazione

Così come la nascita, la morte fa parte della...

Perché associarsi?

Perché associarsi?

Per esistere,IL BRUCO E LA FARFALLA® - Onlus ha...

Il nuovo Codice di Deontologia Medica

Il nuovo Codice di Deontologia Medica

Art. 38Dichiarazioni anticipate di trattamento...

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore - Legge 15 marzo 2010, n. 38

Disposizioni per garantire l'accesso all...

1. La presente legge tutela il diritto del...

  • Presentazione

    Presentazione

  • Perché associarsi?

    Perché associarsi?

  • Il nuovo Codice di Deontologia Medica

    Il nuovo Codice di...

  • Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore - Legge 15 marzo 2010, n. 38

    Disposizioni per garantire...

  • il PERCORSO FORMATIVO sulla MORTE, IL MORIRE e la funzione di ACCOMPAGNAMENTO

    il PERCORSO FORMATIVO sulla...

Presentazione

Così come la nascita, la morte fa parte della vita.
Per chi muore e per chi rimane ignorarla non è la soluzione.
 

Così comains_ancien_accompagnateurme ci si prende cura della nascita è necessario prendersi cura di chi muore e quando presente della sua famiglia, se richiesto.

Non si muore solo di tumori o di incidenti, si muore anche per cause legate a malattie cardiovascolari, malattie dell'apparato respiratorio, dell'apparato digerente ecc... e poi si muore di vecchiaia. Ma la causa principale della morte è la nascita. Non si tratta qui di un gioco di parole burlone, ma di una realtà volutamente ignorata da troppi.
 
Per quanto le scienze mediche potranno andare avanti nelle loro scoperte si prolungherà solo la scadenza.
 
La fine della vita è una realtà che riguarda indistintamente tutti gli esseri viventi. Che una determinata malattia non provochi più il decesso di chi ne è affetto è un grande successo, ma questo non eliminerà la morte dal destino di quella persona ed il problema di questa fine vita ancora sarà da risolvere.
 
Non bisogna confondere la morte con la sconfitta della medicina, anzi la medicina è parte integrante di questo processo di accompagnamento; diventa il risultato di un connubio pluridisciplinare dove le professioni mediche si incontrano con le altre risorse socio-sanitarie ed umane. Passa da medicina del fare a medicina dell'essere, dove l'obiettivo non è più di sconfiggere o di lottare contro nulla ma, se viene richiesto, di accompagnare con tutte le risorse a disposizione la vita fino alla morte.
 
Oggi le terapie antalgiche applicate alle cure palliative, sono in grado di intervenire in modo estremamente efficiente, ma purtroppo il loro uso è ancora troppo poco diffuso e la loro applicazione settoriale.
 
La morte non è una sfortuna che capita solo ad alcuni, ed il fatto che per svariati validi motivi essa faccia paura, non è una ragione per ignorarla e soprattutto per ignorare la realtà di chi vi è direttamente confrontato e vive un momento che tutti gli esseri, prima o poi, dovranno vivere. Rimandare il problema a domani corrisponde a prolungare di un altro giorno la sofferenza di persone spesso sottoposte ad accanimento terapeutico, nel vano tentativo di renderli immortali, ignorando la vita e lo sforzo disumano che si chiede a chi è sottoposto a tali pratiche. 

Le medicine, il personale socio-sanitario, i volontari, gli assistenti spirituali, ogni singola persona, tutti possiamo fare molto per rispettare e riconoscere la vita in un essere umano fino alla morte.
 
E' con questo spirito che nasce il 3 aprile 1997 ad Aosta, IL BRUCO E LA FARFALLA® - Onlus, associazione apolitica ed aconfessionale, che opera occupandosi del problema della solitudine delle persone in fin di vita e quando presenti, delle loro famiglie. In sintesi l'associazione:
  • offre un servizio di aiuto morale, pratico, qualificato, volontario e gratuito a tutte le persone in fin di vita, che ne fanno richiesta direttamente o indirettamente;
  • è un punto di riferimento, di solidarietà e di sostegno per le famiglie coinvolte;
  • approfondisce l'informazione fra gli associati sulle tematiche legate alla morte ed all'accompagnamento;
  • studia ed analizza gli interventi esistenti ai fini di sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche legate alla morte, al morire ed all'accompagnamento;
  • collabora con le Pubbliche Istituzioni e le Associazioni esistenti per l'elaborazione di programmi di accompagnamento delle persone in fin di vita, in struttura e a domicilio;
  • promuove il diritto alle cure di fine vita per tutte le persone alla fine della loro vita che ne fanno richiesta direttamente o indirettamente.